Dokument-Nr. 10502
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 10. Juni 1923

Regest
Pacelli schickt Schreiben des Erzbischofs von Gnesen und Posen Kardinal Dalbor zurück und teilt mit, dass er nichts gegen die Zuweisung der Pfarrei Tütz an Robert Weimann einzuwenden hat.
Betreff
Conferimento della Parrocchia di Tütz a Mons. Weidmann
Eminenza Reverendissima,
Mi è ieri pervenuto il venerato Dispaccio N. 18629 in data del 31 Maggio scorso, insieme alla lettera dell'Emo Sig. Cardinale Dalbor , che qui acclusa compio il dovere di ritornare all'Eminenza Vostra Reverendissima.
Poiché il Revmo Mons. Roberto Weimann , come egli stesso mi ha comunicato con foglio in data del 5 corrente (di cui mi onoro di qui unire la traduzione italiana), desidera che gli venga conferita la parrocchia di Tütz, potendo in tal modo rinunziare al Canonicato nella Chiesa metropolitana di Posnania, e siccome, d'altra parte, egli si è già inteso al riguardo col Governo prussiano, sembrami subordinatamente che nulla osti a che venga accolta la domanda del sullodato Eminentissimo.
Chinato umilmente al bacio della sacra Porpora con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 10. Juni 1923, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 10502, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/10502. Letzter Zugriff am: 08.08.2022.
Online seit 24.10.2013, letzte Änderung am 25.02.2019.