Dokument-Nr. 2043
Pacelli, Eugenio an [Pizzardo, Giuseppe]
[München], 26. Oktober 1923

Regest
Pacelli empfiehlt Pizzardo, dem Münchener Erzbischof eine päpstliche Geldspende für die Diözese zukommen zu lassen, da die Erzbischöfe von Breslau, Köln und Wien ebenfalls eine solche erhielten. Außerdem unterstützt er den Vorschlag mehrerer Bischöfe, päpstliche Spenden für Deutschland (ausgenommen Bayern) in der Regel an das Paderborner Zentralbüro zu richten, das für eine gerechte Verteilung sorgen wird. Zudem schägt der Nuntius angesichts der inflationären Währungslage in Deutschland vor, das Geld in Form von Schecks mit kleinen Beträgen zu verschicken.
[Kein Betreff]
Carissimo Mgre
Due righe in tutta fretta.
1°) Avendo avuto i Cardinali Bertram, Schulte, Piffl somme dal S. Padre, credo che anche il Card. Faulhaber attenda una simile elargizione per le diocesi della Baviera.
2°) Vari Ordinari della Germania (compresi i due Vescovi di Münster e Osnabrück, tornati da Roma) mi hanno manifestato (e pregato <espressamente>1 di far conoscere alla S. Sede) le opportunità che, invece di inviare sussidi a singole diocesi, istituti, ecc., tutto ciò che il S. P. può dare per
85v
la Germania sia inviato all'Ufficio centrale di Paderborn, donde sarebbe distribuito a nome di Sua Santità, per mezzo dei singoli <rispettivi>2 Ordinari, secondo giustizia. Altrimenti, ad es., un istituto riceve una somma relativamente elevata, e tutti gli altri, che non hanno nulla avuto, sono naturalmente dolenti e malcontenti. – La Baviera farebbe, come sempre, a parte. – Mi sembra che tale osservazione sia giusta, salvo elargizioni per casi singoli del tutto eccezionali.
3°) Circa il modo di mandare il danaro, per sé è meglio <nelle circostanze attuali>3 avere biglietti di Banca. La difficoltà è però d'inoltrarli, ad. es., da Monaco a destinazione. Per essere del tutto sicuri,
86r
bisognerebbe far sempre lettere assicurate per il rispettivo valore, ma ciò costa enormemente. L'unico rimedio sarebbe <fare>4 piccoli chèque, ad es. di non più di mille lire, o meglio ancora più piccoli, se è possibile. Giacché, quando si porta lo chèque alla Banca, si ricevono tutti Marchi, i quali il giorno seguente valgono forse <soltanto>5 la metà. Con piccoli chèques si può cambiare successivamente, e così si rimedierebbe a tale inconveniente.
In tutta fretta, con inalterabile affetto, sperando che Ella venga a ristabilirsi, come già Le scrissi,
Sempre Suo
+ Eugenio Pacelli
1Hds. eingefügt von Pacelli.
2Hds. gestrichen und eingefügt von Pacelli.
3Hds. eingefügt von Pacelli.
4Hds. eingefügt von Pacelli.
5Hds. eingefügt von Pacelli.
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an [Pizzardo, Giuseppe] vom 26. Oktober 1923, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 2043, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/2043. Letzter Zugriff am: 16.08.2022.
Online seit 24.10.2013, letzte Änderung am 25.02.2019.