Dokument-Nr. 3759
Lama, Friedrich Georg Ritter von an Pacelli, Eugenio
Füssen, 25. April 1921

Eccellenza,
Mi ritengo obbligato di rendere noto a V. Eccellenza Rev.ma quanto segue.
Sabato scorso finì a Augsburg il processo contro il Conte Felix Saedt di Monaco per reati immorali (contra naturam) con la condanna a ventidue mesi di galera (Zuchthaus). Il Saedt abitava qui da quattro anni e si è sempre vantato d'essere Cameriere di Cappa e Spada di Sua Santità (riconfermato il 22. dicembre 1914). Lo scandalo è alquanto ridotto per il contegno di questo parroco, il Rev.mo Geistl. Rath Sauter, il quale intuì da molto tempo esservi
32v
di sotto qualche cosa di anormale e poco edificante, e se lo tenne sempre ostentatamente lontano da sé, anzi si mostrò sempre apertamente avverso al Saedt. Con tutto ciò però gli avversarii della Chiesa parlano naturalmente del "conte papale" e del "cameriere segreto del Papa". Mi sia perciò permesso d'esprimere quale mio parere, essere necessario che vengano pubblicamente tolti i suoi titoli papali al Saedt e che venga incaricato il suddetto parroco di darne pubblicamente comunicazione in questa parrocchia, perché si sappia ciò che tutti i buoni già sanno, che la Santa Sede non ne vuole sapere di servizi di tale gente.
Gradisca la V. Eccellenza i miei più sinceri ossequî
dev.mo
Friedrich Ritter von Lama
Empfohlene Zitierweise
Lama, Friedrich Georg Ritter von an Pacelli, Eugenio vom 25. April 1921, Anlage, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 3759, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/3759. Letzter Zugriff am: 04.10.2022.
Online seit 14.05.2013.