Dokument-Nr. 5674
Tedeschini, Federico an Pacelli, Eugenio
Vatikan, 18. März 1921

Regest
Tedeschini bedankt sich persönlich und im Namen des Papstes bei Pacelli für sein Engagement bei der sorgfältigen und regelmäßigen Beschaffung von Artikeln für den "Osservatore Romano". Der Papst bedankt sich darüber hinaus bei all denjenigen, die den Nuntius dabei unterstützen, und erteilt ihnen den Apostolischen Segen.
[Kein Betreff]
Eccellenza Reverendissima,
Conoscere un desiderio del Vicario di Gesù Cristo e adoperarsi costantemente con tutte le proprie forze per assecondarle nel miglior modo possibile è la stessa identica cosa per l'Eccellenza Vostra Rev.ma, la quale all'uopo, ispirandosi sempre ai più elevati sentimenti della devozione filiale e dello zelo più ardente, non attende neppure quelle raccomandazioni e quelle approvazioni, che, durante questa vita, sogliono stimolare gli altri nell'adempimento del proprio dovere.
Per questo motivo l'Eccellenza Vostra, a differenza di tanti altri al pari di lei rappresentanti pontifici all'estero, ma di lei di gran lunga più liberi da occupazioni e da preoccupazioni, quantunque dalla Santa Sede Ella non riceva da tempo incoraggiamenti di sorta, continua ad inviarmi con una diligenza e con una frequenza veramente ammirabili, interessanti arti-
30v
coli per l'Osservatore Romano, riguardanti l'attività religiosa sociale dei cattolici della Germania.
L'Augusto Pontefice, a Cui non sfugge la meravigliosa attività dell'Eccellenza Vostra, ne è pienamente soddisfatto, e mi incarica espressamente di porgerle le Sue felicitazioni ed i Suoi ringraziamenti: felicitazioni per la buona scelta ed il numero copioso dei temi trattati e per il grande apostolato di bene che ella va compiendo a mezzo dei medesimi; ringraziamenti per il suo rinnovato continuo omaggio di devozione al Papa, riconfermato ogni qual volta ella manda per l'Osservatore Romano il contributo prezioso del suo studio e del suo amore.
Il Santo Padre desidera altresì ringraziare quanti collaborano con l'Eccellenza Vostra a questo secondo Apostolato, e gradirebbe che Vostra Eccellenza volesse farsi interprete presso i medesimi dei benevoli sentimenti pontifici. Agli stessi poi e specialmente all'Eccellenza Vostra Sua Santità prega dall'alto larga copia delle più elette ricompense, ed imparte con paterna e particolare benevolenza, l'Apostolica Benedizione, auspice di continue fiorenti ener-
31r
gie per un non interrotto e sempre felice lavoro che affretti il trionfo del regno di Dio sulla terra.
Permetta che anch'io aggiunga i miei più vivi ringraziamenti insieme alla certezza di essere anche in avvenire sempre onorato degli ottimi ed interessanti articoli dell'Eccellenza Vostra, e permetta altresì che chinandomi al bacio del sacro anello mi onori professarmi con profonda venerazione
di Vostra Eccellenza Reverendissima
devmo Servitore
F. Tedeschini
Empfohlene Zitierweise
Tedeschini, Federico an Pacelli, Eugenio vom 18. März 1921, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 5674, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/5674. Letzter Zugriff am: 25.09.2022.
Online seit 14.05.2013.