Dokument-Nr. 6785
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio
Vatikan, 21. Februar 1924

Regest
Gasparri teilt mit, dass Pius XI. den Bericht Pacellis über das Fest seiner Krönung in Deutschland mit Freude entgegennahm und den Nuntius für seinen Eifer lobt. Der Papst erhofft ein immer weiter wachsendes Ansehen des Papsttums weltweit. Als Zeichen seiner Gunst erteilt er Pacelli und dem Nuntiaturpersonal den Apostolischen Segen.
[Kein Betreff]
Ill. mo e Rev.mo Signore,
Mi è giunto regolarmente il Rapporto della S. V. Ill.ma e Rev.ma Nº. 29742 in data 12 corr; coi relativi allegati.
Nell'accusarle ricevimento di quella Sua relazione sulle feste che si sono svolte in codesto paese a commemorazione del 2º anniversario dell'Incoronazione di Sua Santità sono lieto di poterla assicurare che la stessa Santità Sua ha appreso quelle consolanti notizie con evidente compiacimento ed ha avuto parole di paterno encomio per l'opera di V. S. e lo zelo da Lei dimostrato onde ottenere che quella fausta ricorrenza avesse tra i fedeli quel rilievo di solennità e di affettuose onoranze che ad essa essi devono come a una data cara e preziosa che nel loro cuore di figli debbono tenere e custodire scolpita venerandola di particolare amore.
È da augurarsi pertanto che così lieto inizio preluda, a
43v
maggior gloria di Dio e per un sempre maggior prestigio del Papato nel mondo, anche a più solenni festeggiamenti e commemorazioni negli anni avvenire.
Nel parteciparle pertanto la Benedizione Apostolica che il Santo Padre in speciale attestato di benevolenza e del Suo augusto compiacimento imparte a Lei e al personale di cotesta Nunziatura, profitto dell'incontro per raffermarmi con sensi di sincera e distinta stima
Di V. S. Ill.ma
Aff.mo per servirla
P. C. Gasparri
Empfohlene Zitierweise
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio vom 21. Februar 1924, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 6785, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/6785. Letzter Zugriff am: 26.09.2022.
Online seit 18.09.2015, letzte Änderung am 20.01.2020.