Dokument-Nr. 124
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 07. August 1923

Regest
Pacelli übersendet eine Presseerklärung der Reichsregierung zum Attentat in Düsseldorf, in der die Regierung ihre Verurteilung jeglicher Gewaltakte in Namen des passiven Widerstands wiederholt, die sie vor einem Monat mit dem Heiligen Stuhl abgestimmt hatte.
Betreff
Il Governo del Reich conferma la condanna degli atti delittuosi di violenza
Eminenza Reverendissima,
In seguito al recente attentato di Düsseldorf contro un distaccamento francese in marcia è apparso ieri sulla stampa tedesca un comunicato ufficioso (cfr. Allegato), nel quale si dichiara quanto appresso:
"Se l'inchiesta, alla quale il Governo germanico è pronto a cooperare, provasse che l'attentato è dovuto a dei <stato compiuto da>1 tedeschi, il Governo del Reich lo deplorerebbe profondamente. Esso, poco tempo fa, nel corso delle trattative col Nunzio Mons. Pacelli, ha dichiarato di condannare ogni uso delittuoso della violenza, e non può ora che ripetere colla massima energia tale condanna. Gli atti criminosi di violenza non recano profitto ad alcuno, nuocciono alla causa tedesca e non hanno altro risultato che di provocare nuove oppressioni".
Chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
10r, oben mittig hds. notiert, vermutlich von Gasparri: "È importante"; oben rechts neben dem Datum hds. notiert von unbekannter Hand, vermutlich von einem Mitarbeiter des Staatssekretariats: "Si risponda ringraz.".
1Hds. gestrichen und eingefügt von Pacelli.
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 07. August 1923, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 124, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/124. Letzter Zugriff am: 21.02.2024.
Online seit 24.10.2013, letzte Änderung am 25.02.2019.