Dokument-Nr. 1481
Pacelli, Eugenio an De Lai, Gaetano
[München], 08. Dezember 1917

Schreiber (Textgenese)
PacelliPacelli
Betreff
Circolare ai Revmi Vescovi e Superiori religiosi della Germania intorno al clero militarizzato
Nelle Istruzioni impartite da cotesta S. Congregazione al mio compianto Predecessore Mons. Aversa così si legge al N. 3:
"In fine, in questi tempi così luttuosi, con tanti giovani seminaristi sotto alle armi e tanti sacerdoti addetti all'assistenza dei soldati, Monsignor Nunzio s'interessi in modo specialissimo del loro stato, e per il presente e per l'avvenire.
E le sue cure estenda non solo al clero secolare, ma anche al clero regolare, sia che si tratti di novizi, sia di già in sacris e professi.A tal fine non cessi di raccomandare ai Vescovi e ai Superiori religiosi di tener corrispondenza coi loro soggetti, di vigilarli e di sostenerli in mezzo ai pericoli.
E questo, quanto al presente. Ma conviene pensare anche al dopo guerra: in qual modo, cioè, si dovranno restituire i sacerdoti al loro ministero, i religiosi ai loro conventi, i chierici ai seminari, e con quali cautele ordinarli".
In esecuzione di tali ordini, della cui
49v
somma opportunità ho avuto già nuove prove durante la mia permanenza in questa Nunziatura, ho diretto ag ai Revmi Vescovi e Superiori religiosi della Germania la Circolare, [ein Wort unlesbar Vielleicht "che".] qui di cui ho l'onore di inviare copia qui acclusa Anlage schon im Datenbank (ANM 388, fasc. 3, f. 48rv) all'Eminenza V. R. insieme colla relativa traduzione italiana.
Nel compilare detta circolare ho tenuto presente come modello la sapientissima Lettera agli Ordinari d'Italia circa i sacerdoti militarizzati emanata da cotesta S. Congregazione il 16 Giugno 1916, nonché (Acta Apostolicae Sedis vol. VIII pag. 266-270), nonché il Decreto della [ein Wort unlesbar] medesima S. Congregazione ad Revmos Italiae Ordinarios de ordinationem clericorum militare servitium obeuntium del 2 Gennaio 1917 (Acta Ap . Sedis col. IX pag. 15-16). Naturalmente sono stato costretto ad adattare le ragionate provvide disposizioni dei sullodati Documenti alle condizioni speciali della Germania, specialmente allo scopo soprattutto di evitare gravi difficoltà ed [zwei Wörter unlesbar] e rimostranze da parte di queste rigide ed inflessibili Autorità militari; come pure sono stato obbligato ad introdurre una distinzione fra i chierici militariz-
50r
zati, i quali prestano il loro servizio nel territorio entro i confini della Germania, e quelli che si trovano invece nei paesi territori occupati (ad es. in Belgio), essendo praticamente, come è evidente affatto impossibile di stabilire una sottoporre i chierici suddetti di nazionalità germanica ad unaqualsiasi vigilanza o tutela degli Ordinari di questi paesi ultimi luoghi sui chierici suddetti di nazionalità germanica.
Nella fiducia pertanto che la menzionata Circolare in discorso corriponda possa riuscire di qualche soddisfazione non sia troppo lungi dal corrispondere in qualche modo corrispondere agli intendimenti ed alle istruzioni dell'E. V., umilmente la sottometto al Suo superiore giudizio, ed intanto chinato al bacio
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an De Lai, Gaetano vom 08. Dezember 1917, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 1481, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/1481. Letzter Zugriff am: 22.07.2024.
Online seit 24.03.2010.