Dokument-Nr. 15637
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
Berlin, 17. März 1926

Regest
Pacelli referiert die erneute Anfrage des Ermländer Bischofs Bludau, der um eine endgültige Klärung hinsichtlich der Finanzleistungen einiger in Polen liegenden Pfarreien an zwei zur Apostolischen Administratur Pomesanien gehörenden Pfarrkuratien ersucht. Der Nuntius verweist auf die bereits erfolgte Weiterleitung der Angelegenheit an die Konzilskongregation, auf die Unmöglichkeit, dass die Bistümer Ermland und Kulm die Frage direkt regeln, sowie auf seinen Bericht vom 27. Januar mit dem Vorschlag, bei den Konkordatsverhandlungen mit Preußen eine Lösung für die Patronatsrechtsstreitigkeiten zwischen Deutschland und Polen anzustreben.
Betreff
Domanda del Vescovo di Warmia circa alcune curazie appartenenti all'Amministrazione Apostolica di Pomesania
Eminenza Reverendissima,
Con foglio N. 1011 in data del 15 corrente il Revmo Mons. Bludau, Vescovo di Warmia, ha insistito nuovamente per un pronto regolamento della nota questione delle prestazioni dovute da alcune parrocchie situate in Polonia a due curazie dell'Amministrazione Apostolica di Pomesania. Egli afferma che la via delle trattative dirette colla vicina diocesi di Culma è impraticabile e ad ogni modo non condurrebbe allo scopo. L'Eminenza Vostra Reverendissima si degnò già di significarmi (Dispaccio N. 49347 del 3 Dicembre 1925) che la questione anzidetta era stata sottoposta per parere alla S. Congregazione del Concilio. D'altra parte, a causa della vacanza dell'Amministrazione Apostolica di Tütz non mi fu possibile di eseguire la istruzione contenuta nel Dispaccio medesimo circa le
93v
pratiche, che dovrebbero svolgersi fra i rispettivi Ordinari, salvo l'obbligo di sottoporre il relativo progetto all'esame della S. Sede, e, del resto, da quanto scrive Mons. Bludau non sembrerebbe che tale metodo di dirette trattative offra molta probabilità di riuscita. Mi sia infine lecito di ricordare come nel mio ossequioso Rapporto N. 34453 del 27 Gennaio scorso mi permisi di sottoporre al superiore giudizio dell'Eminenza Vostra l'idea che in occasione dei negoziati di un Concordato colla Prussia si tenti di ottenere una soluzione dell'intiera e complessa vertenza degli oneri di patronato fra la Germania e la Polonia. Checché sia di ciò, supplico intanto l'Eminenza Vostra a volersi degnare di significarmi quale risposta debba dare alle nuove insistenze del più volte menzionato Vescovo di Warmia, ed in attesa delle Sue venerate istruzioni al riguardo, m'inchino umilmente al bacio della Sacra Porpora e con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 17. März 1926, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 15637, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/15637. Letzter Zugriff am: 24.06.2024.
Online seit 29.01.2018, letzte Änderung am 20.01.2020.