Dokument-Nr. 15843
Forti, Francesco an Pacelli, Eugenio
Rom, 01. November 1921

Regest
Forti bittet Pacelli dringend um die Besorgung des jüngsten Modells einer Schreibmaschine der Marke "Continental". Nach Monsignore Brenner habe ein Kaplan des Priesterkollegs Santa Maria dell'Anima eine solche in Deutschland gekauft und dank der Abwertung der Mark die entsprechende Summe von 1.000 Lire anstatt des italienischen Preises von 3.500 Lire bezahlt. Außerdem würde Pacelli als Nuntius den sehr hohen italienischen Einfuhrzoll bei dem Versand sparen. Er entschuldigt sich für die Störung und richtret die Grüße Kardinals Merry Del Vals und Canalis aus.
[Kein Betreff]
Illmo e Rmo Monsignore.
Ho imperiosa necessità di provvedermi di una Macchina da scrivere, precisamente della "Continental" ultimo modello perfezionato. Questa Macchina qui in Roma costa L. 3.500, prezzo in vero troppo esorbitante per le mie risorse finanziarie! Mi assicura però Mons. Brenner, Rettore dell'Ospizio dell'Anima qui di Roma, che detta macchina da un suo Cappellano fu comprata recentemente in Germania per Marchi circa 5.000, che in moneta nostra Italiana, per la ragione del cambio, verrebbe a costare meno di Lire 1.000. Se detta Macchina, come pare non vi sia dubbio, costasse tale somma, tornerebbe per me assai vantaggioso; molto più perché la S. V. Illma e Rma, in virtù dei Suoi privilegi di Nunzio Apostolico, potrebbe spedire la Macchina, ben confezionata, direttamente al Vaticano, così sarebbe esente dalla tassa della Dogana Italiana, che è fortissima. – Pre-
130v
go pertanto la S. V. Rma di avere la gentilezza di darmi, al più presto che Le sarà possibile, informazioni in proposito, perché io possa determinarmi a fare detta spesa; ed indicarmi in pari tempo il modo più opportuno, onde con sollecitudine poterle spedire il denaro occorrente per l'acquisto della Macchina medesima.
Scusi, Monsignore, l'ardire che mi son preso nel rivolgermi alla S. V. Rma per il troppo fastidio che Le apporto in questa circostanza, non avendo altra persona amica, cui rivolgermi, più gentile, più capace e più autorevolmente adatta della S. V. Rma in questa faccenda, che mi sta tanto a cuore.
In attesa di un Suo pregiato riscontro: gradisca, La prego, i miei più vivi ringraziamenti e distintissimi ossequii, anche dell'Emo mio Cardinale e di Mons. Canali, tutti in ottima salute, e con profonda venerazione mi confermo.
Della S. V. Illma e Rma
Devmo
Mg. Forti
Empfohlene Zitierweise
Forti, Francesco an Pacelli, Eugenio vom 01. November 1921, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 15843, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/15843. Letzter Zugriff am: 19.06.2024.
Online seit 14.05.2013.