Dokument-Nr. 20884
Poggenburg, Johannes an Hessen, Johannes
Münster, 08. November 1928

Traduzione
Rev. Signore
In risposta alla sua lettera del 28 Ottobre Le significo quanto appresso:
Dopo essermi, mediante l'esame degli atti inviatimi dalla Curia Arcivescovile di Colonia, persuaso che varie ed essenziali accuse mosse contro di Lei non sono provate, sebbene parecchi fatti, che Ella stessa non fu in grado di contestare, non si possano conciliare col tenore di vita sacerdotale, mi dichiaro pronto a concederLe nuovamente il permesso di esercitare le funzioni ecclesiastiche ed a mettermi in modo corrispondente in relazione con S.E. Rev.ma il Cardinale Arcivescovo di Colonia circa questo affare, qualora Ella adempia le seguenti condizioni:
1.) Dichiari di sottomettersi alla condanna pronunziata dall'E.mo Sig. Cardinale Arcivescovo di Colonia e da me con decreto del 6 Luglio 1928.
2.) Si obblighi a ritirare dal commercio librario gli scritti nominatamente indicati nell'anzidetto decreto e a darmi comunicazione, unendovi i documenti giustificativi, dei passi da lei compiuti a tale scopo.
3.) Si obblighi in una nuova edizione delle surriferite opere ad introdurvi quei cambiamenti, che Le saranno da qui indicati.
4.) Si obblighi da ora in poi, a norma del Can. 1385 § 1 n. 2° del Codice di Diritto Canonico, a sottoporre all'Autorità ecclesiastica prima della loro pubblicazione tutti i suoi scritti, che in qualche modo toccano quel campo.
5.) Rinnovi la promessa fatta nella lettera del 28 Ottobre, di sottopormi prima tutto ciò che Ella si proporrà di pubblicare.
39v
6.) Emetta dinanzi alla Curia Vescovile di Münster la professione di fede secondo la forma contenuta nel Codice di Diritto Canonico ed il giuramento prescritto dalla Costituzione di Pio  X "Sacrorum Antistitum" del 1 Settembre 1910, e prometta prima espressamente di voler emettere professeione1 e giuramento senza alcuna restrizione interna.
7.) Dia una espressa dichiarazione con un od un no circa le due qui accluse domande, alla cui risposta debbo annettere speciale valore.
Le invito a dichiararmi se Ella è pronto ad adempiere queste condizioni.
La notificazione nel Bollettino ecclesiastico ufficiale sarebbe del seguente tenore:
"Il Professore di Università Dr. Giovanni Hessen in Colonia si è sottomesso alla condanna pronunziata con decreto del 6 Luglio 1928 (v. Kirchl. Amtsblatt 1928 Art. 87) ed ha promesso di ritirare dal commercio librario le due opere ivi nominatamente indicate e di introdurre in una nuova edizione i richiesti cambiamenti."
Osservo infine che riconosco volentieri la buona volontà, che si palesa dalla Sua lettera, e spero che Ella vorrà col fatto provare questa buona volontà non soltanto nei suoi scritti, ma eziandio nelle sue lezioni e nella sua condotta personale.
(f.) + Giovanni
40r
1.) Può alcuno, il quale consapevolmente respinge nel suo interno come falsa una proposizione insegnata dalla Chiesa quale dogma, e ciò in tal modo che egli rigetta come insostenibile il senso originario, vale a dire di quello espresso con detta proposizione nella prima proclamazione del dogma dai rappresentanti del magistero ecclesiastico, qualificarsi ancora come credente cattolico?
2.) È ciò, che il Tridentino designa come Sacramento della Penitenza, una cosa alla quale si applica in senso proprio la definizione tridentina di un Sacramento?
Dieses Dokument ist eine Anlage zu Dokument Nr. 20271.
1Hds. gestrichen, vermutlich vom Verfasser.
Empfohlene Zitierweise
Poggenburg, Johannes an Hessen, Johannes vom 08. November 1928, Anlage, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 20884, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/20884. Letzter Zugriff am: 23.06.2024.
Online seit 20.01.2020.