Dokument-Nr. 5769
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 10. März 1921

Regest
Die Nudeln, die der Heilige Stuhl für die hungernden Kinder nach Deutschland schickte, sind eingetroffen. Die Transportkosten beglich Pacelli aus dem Obolus der Nuntiatur und er weist darauf hin, dass der Versand über den Brenner vermutlich deutlich günstiger gewesen wäre. Weisungsgemäß prüfte er die Ware auf ihr Vollständigkeit, wobei er feststellen musste, dass insgesamt 473 Kilo Nudeln fehlten. Seine Bemühungen, einen Verantwortlichen zu befragen, blieben allerdings erfolglos. Der Nuntius versichert, dass die Verteilung der Lebensmittel wunschgemäß durchgeführt werde und dass er für die Nuntiatur insgesamt 50 Kilo Nudeln an sich nahm.
Betreff
Invio di pasta alimentare per i bambini poveri della Germania
Eminenza Reverendissima,
I due vagoni contenenti pasta alimentare per i bambini poveri della Germania, del cui arrivo l'Eminenza Vostra Reverendissima si degnò prevenirmi coi venerati Dispacci NN.  B=16671  e 17718, rispettivamente in data del 12 e del 28 Febbraio, e coi telegrammi del 26  e del 28 d. m., sono giunti in questi giorni. Le spese di trasporto da Chiasso a Monaco hanno ammontato, come risulta dalle accluse ricevute, alla somma complessiva di Marchi 27.327,41, i quali sono stati da me prelevati dall'Obolo. Credo che, se la Ditta avesse fatto la spedizione, anziché per la via di Chiasso (e quindi attraverso la Svizzera), per quella del Brennero, le spese anzidette sarebbero state notevolmente minori.
In conformità degli ordini impartitimi dall'Eminenza Vostra, ho fatto verificare se tutto era in regola. Tanto le casse come i sacchi coi loro piombi erano intatti; per ciò che riguarda, però, il peso, mancava in ognuno qualche poco, complessivamente chili 473. Invero nel vagone 162182 invece di 13.540 chili ve ne erano 13.246 (ossia - 294) e nel vagone 169821 
66v
invece di 13.540 chili, ve ne erano 13.361 (ossia - 179). Sebbene tale diminuzione di peso sembra che possa avere altre spiegazioni, ad es. il prosciugamento della pasta, avrei voluto reclamare presso la Società di assicurazione indicata dall'Eminenza Vostra; ma non è stato possibile, a quanto mi si assicura, di trovare l'agente della medesima, almeno in Monaco. Altro quindi non mi resta se non di ritornare qui unite le lettere di vettura già rimessemi col sullodato Dispaccio N. B=17718, insieme ai certificati ufficiali del peso per ognuno dei due vagoni, affinché, la S. Sede, qualora lo giudicasse del caso, possa esigere costì il relativo indennizzo.1
La distribuzione sarà fatta dall'Episcopato, a norma della espressa volontà dell'Eminenza Vostra (cfr. citato Dispaccio N. B=16671).
Finalmente, grazie alla benigna autorizzazione dell'Eccellentissimo Mons.  Sostituto della Segreteria di Stato, comunicatami per mezzo del Sig. Cav.  Gamorra, ho prelevato per i bisogni di questa Nunziatura 25 chili di pasta grossa e 25 di pastina. 
Chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
1Textpassage "Tanto le casse […] relativo indennizzo" hds. eingerahmt und auf fol. 66v am linken Seitenrand von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, notiert: "Scrivere".
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 10. März 1921, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 5769, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/5769. Letzter Zugriff am: 15.06.2024.
Online seit 14.05.2013, letzte Änderung am 16.12.2013.