Dokument-Nr. 8532
Stotzingen OSB, Fidelis Freiherr von an Pacelli, Eugenio
Badia di Einsiedeln, 03. Juli 1919

Eccellenza Reverendissima!
Gradisca Vostra Eccellenza i miei più sentiti ringraziamenti per la venerata lettera in data del 30 Giugno e per la grande bontà colla quale Ella ha voluta prendere così eccellenti misure per assicurare il prossimo arrivo dei nostri titoli! Sarà questo per noi un gran beneficio, perché i titoli ungheresi dovranno essere depositati al banco fino al 10 Luglio. Mille grazie!
Ora prego di poter sottomettere a Vostra Eccellenza un altro affare di grande importanza.
Ieri ho ricevuto un certo Signore, mandato dal Sign. Dr. Victor Naumann, oggi <("Gesandter")>1 Ministro e direttore di una sezione del Ministero degli Affari Esteri a Berlino, il quale prende parte a tutte le sessioni del Gabinetto. Non so, se Vostra Eccellenza ha fatto la conoscenza di questo Dr. Naumann. Egli abitava a Monaco (Ottostraße 5) ed era fino alla rivoluzione piuttosto scrittore. Benché protestante ha sempre mostrato grande stima e certe simpatie per la Santa Chiesa. Tra altre cose ha scritto una difesa universalmente osservata dei Padri Gesuiti sotto il pseudo-
58v
nimo "Pilatus", la quale ha di fatto distrutto l'opera dell'infelice apostata Conte Hoensbroech. Conosco da anni questo Dr. Naumann e, benché credo necessario di osservare verso di lui per altre ragioni una certa riserva, lo stimo come uomo molto capace ed animato di buoni sentimenti verso la Chiesa.
Dunque questo Dr. Naumann mi ha fatto dire che la situazione del Governo Tedesco è quasi disperata. I partiti estremi (Spartachisti, Bolscevisti, "Unabhängige", etc.) guadagnano di giorno in giorno terreno e, se non viene tosto un aiuto, rovesceranno fra poco il governo trascinando tutto nel caos, analogo a quello della Russia.
Le radici di questo stato sono al dire del Dr. Naumann:
1° la mancanza di un partito forte, ispirato da chiari e veri principi, il quale metterebbe l'ordine tra gli uomini smarriti dell'infelice paese;
2° la terribile mancanza di viveri, la quale fa perire migliaia di uomini d'inedia.
Nessuno porta un aiuto efficace al povero popolo affamato: unicamente i Bolscevisti della Russia promettono aiuto e viveri in abbondanza nel caso che la Germania si unisca completamente alla Russia. Senza dubbio i Bolscevisti non potranno mantenere queste promesse, però non vedendo altro mezzo di salvarsi dall'attuale miseria e dalla fame, il popolo lo crede e sceglie il partito estremo.
La chiesa protestante – così confessano questi protestanti! – ha completamente fallito e si mostra impotente contro questo movimento popolare.
L'unica speranza – al dire del Dr. Naumann – per l'avvenire della Germania
59r
è la Chiesa Cattolica. Se il Santo Padre o un altro grande Dignitario di autorità universale riuscisse in questo ultimo momento dopo la conclusione della pace di organizzare trai Cattolici dei diversi paesi un aiuto sensibile di viveri per la Germania per mezzo <appellando>2 ai sentimenti di carità cristiana, la Chiesa potrebbe in questo modo salvare la Germania (anzi l'Europa intera) dal terribile caos del bolscevismo e guadagnare un forte influsso sulla formazione del nuovo stato in Germania.
Il Dr. Naumann aveva pensato che un tale appello dovrebbe uscire dal Santo Padre ovvero dal Cardinale Mercier ovvero dai Cardinali Americani per essere efficace e che dovrebbe dare l'impulso ai Vescovi di organizzare nelle proprie diocesi l'aiuto necessario. È però da notare che "summum periculum est in mora": se l'aiuto non viene nelle prossime settimane, tutto è perduto e la Germania – probabilmente l'Europa intera – sarà una preda del bolscevismo!
Ho fatto notare la somma difficoltà – anzi la quasi impossibilità – per la Chiesa per organizzare in tre o quattro settimane un tale grande movimento. Però debbo confessare, che il Dr. Naumann in sostanza ha ragione. Vi sono momenti nella storia dei popoli, nei quali anche l'impossibile deve essere possibile; momenti di decisione universale, dai quali dipende l'avvenire del mondo! Chi sa, se la Santa Chiesa non abbia di nuovo una tale missione per la disgraziata umanità? Naturalmente non spetta a me di giudicare. Prego soltanto Vostra Eccellenza di esaminare ciò che ho detto e di prendere le misure che Ella crederà opportune.
59v

Al mio umile parere il modo concreto di eseguire questo progetto sarebbe:
1° un appello del Santo Padre, indirizzato a tutti i Vescovi dell'Universo, nel quale esponendo il terribile pericolo imminente sono incaricati di organizzare immediatamente un potente aiuto per non mancare ai più elementari leggi [sic] della carità cristiana;
2° un altro appello indirizzato ai Vescovi di Germania, nel quale vengano incaricati di spingere i contadini a portare immediatamente – anche coi più grandi sacrifici propri – il necessario aiuto alle grandi città.
Credo che un tale appello potrebbe in verità salvare la situazione già disperata. Ma ripeto: la più <grande>3 fretta è necessaria, se l'aiuto non deve venire troppo tardi!
Frattanto scongiuro il Signore di volere dirigere tutto al vero bene della Santa Chiesa!
Ieri sera è arrivato il Rmo Arciabate di St. Ottilien Don Norberto Weber. Egli verrà presentare [sic] i suoi omaggi a Vostra Eccellenza e prega di voler gradire già adesso i più rispettosi ossequi. Sarebbe gratissimo di sapere quale è stato il risultato delle trattative del Rmo Msgre Cerretti a Versailles: Nella Germania si dice che il parlamento in Inghilterra abbia votato in favore di Missionari Tedeschi nelle Colonie Inglesi. Non ho letto niente nei giornali e non posso crederlo.
Prego di voler benignamente scusare questa lunga lettera e la mia importunità e gradire i miei umili omaggi.
Coi sensi della più alta venerazione e gratitudine mi dico
di Vostra Eccellenza Rma
umil.mo, devot.mo servitore in G. Cr. 
+ Fedele di Stotzingen.
Abate Primate.
Oberer rechter Seitenrand eingefügt: "Allegato al Rapporto del 4 Luglio 1919".
1Hds. vom Verfasser eingefügt.
2Hds. vom Verfasser durchgestrichen und eingefügt.
3Hds. vom Verfasser eingefügt.
Empfohlene Zitierweise
Stotzingen OSB, Fidelis Freiherr von an Pacelli, Eugenio vom 03. Juli 1919, Anlage, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 8532, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/8532. Letzter Zugriff am: 24.04.2024.
Online seit 04.06.2012.