Dokument-Nr. 128
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 01. November 1923

Regest
Pacelli leitet ein Schreiben des Zentrumspolitikers und Moraltheologen Mausbach weiter und gibt dessen Ausführungen über die Möglichkeiten des Heiligen Stuhls wieder, sich in der Frage der Rheinlandbesetzung zugunsten des Deutschen Reichs einzusetzen. Mausbach beklagt die feindselige Haltung der beiden katholischen Nationen Frankreich und Belgien, die weite Teile der deutschen Katholiken verunsichere. Durch eine deutliche Stellungnahme des Papstes zur Rheinlandfrage, die nicht auf politische Details einzugehen brauche, könnten die deutschen Katholiken ermutigt werden. Sollte dies politisch nicht durchführbar sein, spricht sich Mausbach für einen allgemeinen Appell an die Völker der Erde aus, in dem der Papst die Katholiken zu Kompromissbereitschaft und Einsatz für den Frieden ermahnen soll.
Betreff
Proposte per un'azione della S. Sede a favore della Germania
Eminenza Reverendissima,
Il Revmo Mons. Giuseppe Mausbach, Prelato domestico di Sua Santità, Preposto del Capitolo cattedrale di Münster e Professore di Morale nella facoltà teologica di quella Università, mi ha diretto in data del 29 Ottobre scorso una lettera circa le attuali condizioni della Germania, che compio il dovere d'inviare qui acclusa in copia all'Eminenza Vostra Reverendissima.
Dopo aver accennato alla terribile penuria di viveri ed alle conseguenti sanguinose agitazioni, che, secondo la convinzione di tutte le persone competenti, funesteranno la Germania nei prossimi mesi, se i vincitori non si risolveranno, almeno all'ultimo momento, a concedere al popolo tedesco, in seguito alla completa sua capitolazione, un respiro per riordinare la sua vita economica e politica, Mons. Mausbach parla dell'atti-
21v
tudine, a suo avviso, particolarmente dura ed anticristiana delle due "Nazioni cattoliche", la Francia ed il Belgio. Ciò turba profondamente le coscienze dei cattolici in Germania, i quali per conseguenza, pur riconoscendo pienamente l'incessante azione già svolta dal S. Padre, attenderebbero con ansia una Sua pubblica manifestazione, una Sua parola liberatrice in questa estrema angustia. Un siffatto Pontificio Documento, che non avrebbe bisogno di toccare in alcun modo il lato puramente politico del conflitto, risusciterebbe nella popolazione cattolica della Germania sensi di fede e di speranza, sarebbe accolto con rispettosa gratitudine in tutto il mondo, ad eccezione della Francia, e nella Francia stessa produrrebbe forse benefici effetti, richiamando alla memoria i doveri della umanità e della mitezza cristiana.
Che se un tale Atto non fosse giudicato opportuno, rimarrebbe, sempre a parere del sunnominato Monsignore, una seconda via, vale a dire un pubblico Appello di Sua Santità a tutti i popoli, analogo a quello già emanato per le affamate e morenti popolazioni della Russia, affine di soccorrere ora la Germania, minacciata da simile sorte. La descrizione dell'attuale mise-
22r
ria del popolo tedesco, che sarebbe contenuta in detto Appello, – soggiunge il più volte menzionato Prelato – farebbe rivolgere in pari tempo, per se stessa e tacitamente, tutti gli sguardi verso le origini di così grave calamità, ossia verso la cecità spietata di coloro, che si servono del trattato di pace come di uno strumento per turbare la pace dei popoli. Ciò scuoterebbe ed illuminerebbe la pubblica coscienza della umanità e conforterebbe il popolo tedesco non solo fisicamente, ma anche moralmente, risvegliando in lui la fiducia in Dio e nella giustizia e nell'amore del Supremo Pastore della Chiesa.
Rimettendo intieramente al superiore giudizio dell'Eminenza Vostra le surriferite osservazioni e proposte di Mons. Mausbach, m'inchino umilmente al bacio della Sacra Porpora e con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 01. November 1923, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 128, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/128. Letzter Zugriff am: 29.11.2022.
Online seit 24.10.2013, letzte Änderung am 25.02.2019.