Dokument-Nr. 2082
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 26. Dezember 1917

Regest
Kardinal Hartmann bittet in einem Schreiben vom 24. Dezember 1917 um den Schutz der deutschen Benediktiner und der Dormitio-Abtei sowie um die Erlaubnis, dass die Benediktiner von Einsiedeln den Gottesdienst vorläufig zelebrieren können.
Betreff
Per la chiesa tedesca sul monte Sion in Gerusalemme
Eminenza Reverendissima,
In una sua lettera in data del 24 corrente l'Eminentissimo Signor Cardinale von Hartmann mi scrive, tra le altre cose, quanto segue:
"Mi permetto raccomandare urgentemente alla protezione della Santa Sede la chiesa tedesca sul monte Sion in Gerusalemme ed i Benedettini tedeschi, che la servono. Il rispettivo terreno (Dormitio B.M.V.) fu nel 1898 acquistato dall'Imperatore di Germania e donato alla Società per la Terra Santa, di cui è Presidente l'Arcivescovo di Colonia. La Società vi ha edificato una magnifica chiesa, affidandone il servizio ai Benedettini della Congregazione di Beuron. Qualora questi dovessero ora essere espulsi, forse potrebbe la Santa Sede ottenere che del servizio divino fossero interinalmente incaricati i Benedettini di Einsiedeln nella Svizzera."
Chinato al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione mi pregio confermarmi
di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 26. Dezember 1917, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 2082, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/2082. Letzter Zugriff am: 27.11.2022.
Online seit 24.03.2010, letzte Änderung am 29.09.2014.