Dokument-Nr. 7018
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
[München], 30. Juni 1917

Schreiber (Textgenese)
PacelliPacelli
[Kein Betreff]
Ricevuto stasera da Imperatore Austria. Pregatomi esprimere Santo Padre sentimenti filiale devozione e desiderio servire causa Chiesa. Brama vivamente pace e supplica Sua Santità lavorare tale intento specialmente con soll invito cattolici, affinché socialismo non abbia merito pacificazione. Quanto a condizioni pace con Italia, di cui Cardinale Bisleti scrisse Imperatrice, Sua Maestà sarebbe anche disposto cedere tutto o parte Trentino, ma non essendo stata Austria vinta, sarebbe indispensabile qualche compenso anche soltanto coloniale colonia, per non eccitare opinione pubblica Austria. Imperatore ha concluso che, essendo Austria unica grande Potenza veramente cattolica, confida in Dio per sua conservazione, giacché umanamente dovrebbe dirsi gli sembrerebbe talora situazione quasi disperata. Siccome tutti qui mi parlano suaccennato Atto pontificio, prego V. E. R. cenno su mente Santa Sede in proposito per mia norma.
Pacelli
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 30. Juni 1917, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 7018, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/7018. Letzter Zugriff am: 29.11.2022.
Online seit 24.03.2010.